Image
Un mondo con tanti bambini di tutti i Paesi del Mondo

10 Attività sui diritti dei bambini e dei ragazzi

Si avvicina la Giornata Mondiale dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, che si celebra il 20 novembre: abbiamo raccolto tante attività da realizzare con i bambini e i ragazzi.

La Giornata Mondiale dei diritti dei bambini e delle bambine si celebra il 20 novembrela data coincide con il giorno cui l’Assemblea generale ONU adottò la Dichiarazione dei diritti del fanciullo, nel 1959 e la Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (Convention on the Rights of the Child - CRC) nel 1989; l’Italia l’ha ratificata con Legge n. 176 del 27 maggio 1991.

 

È un documento molto importante perché riconosce, per la prima volta espressamente, che anche i bambini, le bambine e gli adolescenti sono titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici, che devono essere promossi e tutelati da parte di tutti.

 

Dal 1989 ad oggi quasi tutti i Paesi del mondo si sono impegnati a rispettare e a far rispettare sul proprio territorio i principi generali e i diritti fondamentali in essa contenuti.
Save the Children ha contribuito alla nascita della CRC (Convention on the Rights of the Child), in quanto Eglantyne Jebb, la nostra fondatrice, nel 1923, scrisse la prima Carta dei diritti del Bambino (o Dichiarazione di Ginevra) adottata dalla Società delle Nazioni nel 1924, il documento che ha costituito la base per la successiva stesura della Convenzione. Tutte le attività di Save the Children hanno un approccio basato sulla promozione e sulla tutela dei diritti dei bambini e delle bambine

10 ATTIVITÀ SUI DIRITTI DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI

È fondamentale che non solo gli adulti, ma innanzitutto i bambini e ragazzi siano consapevoli dei propri diritti, li conoscano e li sentano propri. Per questo motivo abbiamo raccolto e selezionato alcuni materiali educativi e alcune attività per diffonderli e per farne esperienza.

Per la scuola primaria

  • Giocare con la CRC illustrataScarica la CRC e leggila insieme ai tuoi alunni. Puoi chiedere a ciascun alunno/a di disegnare su un piccolo cartoncino un diritto e su un altro cartoncino scrivere l’articolo corrispondete. Quando tutti avranno realizzato il proprio cartoncino si possono spargere nella classe i diritti; gli alunni, divisi in piccoli gruppi, potranno andare alla ricerca delle coppie giuste abbinando disegni e articoli.
  • Note e DirittiIn piccoli gruppi, bambini e bambine potranno realizzare una canzone sul tema dei diritti. Alcuni consigli per la realizzazione: leggete insieme durante un circle time alcuni articoli della CRC e confrontatevi sul significato. Chiedete di scegliere uno o più articoli per scrivere la strofa di una canzone. Unite le strofe dei diversi gruppi e diffondete la vostra canzone!
  • Filastrocche sui dirittiDopo aver letto insieme alcuni articoli della CRC, chiedete alle bambine e ai bambini, divisi in piccoli gruppi, di illustrare un articolo a scelta e di scrivere una filastrocca sul tema dei diritti dell’infanzia. Con i materiali realizzati si può creare un libro o realizzare una mostra nella scuola per le altre classi. Leggi e ascolta le filastrocche realizzate dalle bambine e dai bambini del progetto Fuoriclasse.
  • Il labirinto dei dirittiUn grande labirinto che rappresenta la vita di un bambino: grazie alla scuola, alla famiglia e ai diritti potrà crescere sereno. Lo scopo del gioco è arrivare alla fine del labirinto e trovare la strada giusta, risolvendo le prove scritte sul retro delle carte. Scarica il gioco, stampalo e ricomponi i pezzi secondo le indicazioni. L’idea in più? Realizza un nuovo gioco con la tua classe!
  • Quiz, indovinelli e giochi online per giocare con i diritti: su Wardwall trovi un’area dedicata ai Diritti dei bambini e delle bambine, con giochi e risorse didattiche per mettere alla prova le conoscenze dei bambini in modo divertente.

Per la scuola secondaria di primo grado

La sagoma dei diritti. Consegna alle ragazze e ai ragazzi una copia della CRC semplificata. Dividi la classe in gruppi e chiedi ad ogni gruppo di far sdraiare un volontario sopra un grande cartellone e di disegnarne la sagoma. Ogni ragazzo/a potrà scegliere uno o più articoli della CRC e dovrà collocarlo su un punto della sagoma, secondo un criterio di attinenza. Al termine, in circle time, confrontatevi sul motivo per cui sono stati scelti e collocati in un determinato punto.

I diritti nei contesti di guerra. Leggete una storia di un ragazzo/a privato in una situazione di privazione dei propri diritti. Chiedete ai ragazzi e alle ragazze, divisi in gruppi, di realizzare alcune scene teatrali composte da statue di creta, silenziose, che rappresentino alcuni momenti della vita futura del protagonista della storia. Come immaginano la sua vita dopo 10 anni? Cosa è successo? Condividete in cerchio le scene realizzate, confrontandovi sui contenuti e le emozioni emerse. Se lo desiderate, potete fotografarle. Puoi scaricare la guida per insegnanti “La pace oltre la guerra” che contiene molte attività e storie sul tema della pace e dei diritti in contesti di guerra.

Sono io. Con questa attività potete realizzare un video o un flash mob per affrontare il tema dell’identità e della non discriminazione. All’inizio dell’attività si propone un brainstorming per far emergere le etichette che vengono attribuite a noi stessi o agli altri. Successivamente si creeranno dei cartelloni con queste “etichette”: i ragazzi e le ragazze potranno strappare le etichette per far uscire allo scoperto chi c’è dietro, oppure potranno creare il proprio messaggio da diffondere agli altri, attraverso un video o un flash mob.

La democrazia dei dirittiUn’insolita campagna elettorale dove, ad essere votati, saranno i diritti! Sarà importante trasmettere il messaggio che votare per un articolo non significa escludere gli altri diritti, ma fare un primo passo per approfondire l'articolo più sentito - in uno specifico momento - dai ragazzi e dalle ragazze.

Un fumetto sui diritti. Coinvolgi i ragazzi nella realizzazione di una graphic novel sul tema dei diritti: mettendosi in gioco attraverso il disegno e la scrittura potranno riflettere sui diritti insieme ai propri compagni, anche a partire dalla biografia o storia che li abbia colpiti. Qui puoi trovare una bella tavola di Lorenza Natarella su Malala Yousafzai realizzata per Origami, settimanale de La Stampa.

Attraverso queste attività potrete lavorare in modo trasversale sui diritti e promuovere il protagonismo degli studenti, valorizzandone la creatività e il pensiero critico. Promuovendo attività di gruppo, inoltre, potrete lavorare sul benessere relazionale della classe e sulle capacità di cooperazione dei ragazzi.

Vuoi approfondire il tema? Leggi l'articolo sui diritti dei bambini spiegati ai bambini e l'articolo sui Diritti dei bambini in Italia e nel mondo.

 

 

 

Potrebbero piacerti anche