Image
Schermo pc aperto con l'app di Zoom per videoconferenza, a sinistra l'immagine di una donna, a destra l'immagine di un uomo, entrambi sorridono
Photo by visuals on Unsplash

Pronto, mi vedi?

Come predisporre una videoconferenza nel modo migliore.

Negli ultimi mesi abbiamo tutti, chi più, chi meno, effettuato o ricevuto delle videochiamate (prevalentemente di carattere privato o lavorativo) e la capacità di tenere o assistere ad una videoconferenza rientra ormai nelle competenze di cittadinanza digitale che ci permettono di prendere parte con spirito critico e responsabilità alla vita sociale e “social” di oggi. Forse però non è sempre stato semplice gestire, oltre alla forte componente emotiva, l’aspetto tecnico del video e, inoltre, l’esposizione visiva richiesta in qualche caso può essere stata fonte di stress e frustrazione.   

Per fortuna una prima semplice conoscenza dello strumento può aiutare a creare quelle condizioni pratiche e psicologiche sufficienti a rendere l’esperienza una possibilità piacevole e proficua di ottimizzare le risorse tecnologiche che si hanno a disposizione.

Nella scheda qui proposta provate a scoprire quali sono i requisiti necessari a predisporre una videoconferenza con le migliori funzioni video e a simulare un’ottima comunicazione audiovisiva.