Image
Bambina con la mascherina, seduta ad un tavolo in classe con quaderno e stencil.
Kelly Sikkema on Unsplash

Rientro a scuola a gennaio: 3 attività per promuovere la motivazione degli studenti

Attraverso semplici attività è possibile promuovere il benessere degli studenti e mantenere alta la motivazione allo studio.

Il rientro a scuola a gennaio, quest’anno, è più complicato di altri anni: l’alternanza della didattica in presenza e a distanza,  alunni – o intere classi - in quarantena e vacanze natalizie caratterizzate da restrizioni nelle visite a parenti e amici, possono aver causato nei bambini e nei ragazzi situazioni di stress, mancanza di concentrazione e poca motivazione per la ripresa dell’anno scolastico.

Come mantenere alta la motivazione allo studio?

Mantenere alta la motivazione verso lo studio e le possibilità di apprendimento dei ragazzi è fondamentale per ridurre il rischio di dispersione scolastica, quest’anno ancora più accentuato, proprio a causa dell’emergenza Covid -19.

Docenti, educatori e genitori possono aiutare i ragazzi a ritrovare la curiosità, la motivazione e anche l’entusiasmo per riprendere l’avventura scolastica. Il consiglio è quello di dedicare momenti specifici al benessere psico-fisico dei ragazzi e di proporre attività per recuperare la giusta concentrazione e serenità che possano favorire l’apprendimento e promuovere la collaborazione tra gli alunni che può consentire di superare i momenti di difficoltà.

 

TRE ATTIVITÀ PER RITROVARE CALMA, CONCENTRAZIONE E MOTIVAZIONE:

Abbiamo raccolto tre attività da poter fare in presenza e online utili per i docenti in questo periodo di rientro a scuola ma interessanti anche durante l’anno.

  • Gioca Yoga: Il respiro del Vento. Nel rispetto delle normative vigenti per la gestione dell'emergenza da Covid-19, è possibile proporre un’attività di Yoga. Prima di iniziare una lezione a scuola, oppure a casa prima di iniziare studiare, può essere un’ottima idea praticare yoga in quanto favorisce la capacità di concentrazione, l’attenzione e la creatività. Attraverso questa attività di Yoga è possibile esercitarsi a respirare bene, rafforzare i muscoli respiratori e recuperare calma e serenità. Il video aiuta a praticare yoga anche a chi si approccia per la prima volta. Il consiglio è quello di svolgere l’attività insieme alla classe un giorno alla settimana (es. il lunedì mattina) e di chiedere agli alunni di dedicarsi a casa, ogni giorno per 10 minuti, alla respirazione, per esempio prima di iniziare i compiti o lo studio. Rimarrete stupiti dai benefici apportati.
  • Caviardage: un laboratorio di scrittura creativa per la creazione di poesie. Attraverso questa attività si può stimolare la creatività dei ragazzi accompagnandoli alla scoperta della poesia nascosta tra le pagine. Avendo a disposizione le pagine di un vecchio libro, o di una rivista, immagini da ritagliare e colori e pennarelli per disegnare, i ragazzi potranno far emergere la poesia nascosta nella pagina e dentro se stessi semplicemente scegliendo le parole che più li colpiscono e cancellando tutto il resto. È un’attività che aiuta ad esprimere il proprio vissuto e che può essere declinata in modo tematico.
  • L’albero della vita. In piedi o seduti (se possibile in cerchio), tenendo la colonna vertebrale dritta, stimolare i bambini ad immaginare che la colonna vertebrale sia il tronco dell’albero, i piedi le radici (ben salde nel terreno) e che dalla testa crescano i rami. Mostrare ai bambini diverse immagini di alberi della vita e chiedere ad ognuno di loro di creare un proprio albero di parole e di colori seguendo le indicazioni: nelle radici mettere gli elementi importanti della propria vita (la famiglia, gli amici); nel tronco i desideri, nelle foglie e nei fiori ciò di cui desiderano prendersi cura. Con i bambini più grandi si può aggiungere una parte dedicata alle aspettative sull’inizio del nuovo anno. Al termine del lavoro individuale, ogni bambino condivide con il gruppo il proprio albero. L’attività può essere svolta anche a distanza.

 

Una guida ricca di attività per le scuole

Inoltre, per chi fosse interessato ad approfondire l’argomento, segnaliamo la guida “Le Bussole. Proposte educative per orientarsi alla ripresa della scuola” che può rappresentare uno strumento operativo di supporto a tutti i docenti di ogni ordine e grado per promuovere processi di condivisione, scambio e valorizzazione delle risorse del gruppo classe. Tutte le attività hanno come riferimento principale la Convenzione Onu dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, con focus specifico sul benessere personale degli alunni secondo i principi di partecipazione e non discriminazione.

Scarica gratis la guida

Rafforzare la motivazione allo studio, sostenere nell’apprendimento gli studenti in difficoltà sono proprio gli obiettivi di Arcipelago Educativo, il progetto di EXOR con Save the Children e Fondazione Agnelli per contrastare la povertà educativa, la perdita degli apprendimenti e il rischio di dispersione scolastica.
Per tutto l’anno scolastico 2020-2021, 1700 allievi di scuole primarie e medie in 5 città (Torino, Milano, Aprilia, Bari e Reggio Calabria) saranno aiutati nel recupero degli apprendimenti e nello studio, attraverso attività specifiche nei centri educativi, tutoraggi individualizzati, piattaforma digitale, coinvolgendo direttamente tutti gli attori della scuola: studenti, docenti, educatori e famiglie.

Potrebbero piacerti anche